Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

( Comunicato Ufficiale del MAT- Lega  Autonomista Toscana n °204)

 

Promemoria per i veri Patrioti Toscani e per un volgare cialtrone.

 

 

Ci avviciniamo al 19 settembre, anniversario del XXV ° anno di fondazione del glorioso MAT: Il Movimento Autonomista Toscano - Lega Autonomista Toscana . Qualche cenno storico è d’obbligo, sia per coloro che non ci conoscono, sia per dar lezione ad un cialtrone che ha ritenuto di doversi esibire nei nostri confronti con grottesche menzogne e diffamazioni. Quindi mi scusino i veri Patrioti Toscani se devo ripetermi, ma un ripasso penso faccia bene anche a loro…

 

31 luglio 1966 – Barbiana, Profezia di Don Lorenzo Milani: “Gli imperialismi ? Ci vorrebbero ventimila sammarini per eliminarli. Il mondo cambierebbe radicalmente in meglio, sarebbero protette le culture e le identità. Sostanzialmente sarebbe protetta anche la pace, perché le guerre diverrebbero guerricciole”.

 

1978 : L’etnia toscana, schiacciata del centralismo rosso e nero non aveva né coscienza, né memoria di se. L’articolo che solleva la “Questione Toscana” pubblicato in quell’anno sulla rivista culturale “Pègaso”, diretta da Mario Mazzoni, apparve, per molti, una scandalosa e ridicola provocazione. In realtà altro non era che l’adempimento di un dovere. Dare testimonianza alla mirabile Profezia milaniana sulla necessita dei “Ventimila sammarini” per battere l’imperialismo, conservare la pace, l’ambiente e le identità culturali, etniche e religiose. E chi – mi domandavo – più della Toscana ha diritto a veder riconosciuta la sua identità e sovranità ? Quindi, in quell’occasione, per la prima volta dopo la perduta indipendenza, veniva riproposta la questione di uno Stato Toscano, senza invischiarsi sul fatto se doveva essere un Granducato o una Repubblica.

 

2 Giugno 1976 (Pozzo della Chiana) : Convegno fra il sottoscritto e Don Luigi Giussani in difesa del vero Don Milani. Don Giussani , il celeberrimo fondatore di “Comunione e Liberazione”, si riconosce nel Decalogo di Barbiana e nella Profezia del “Ventimila Sammarini”, affermando, a quest’ultimo proposito: “Ho ventimila Sammarini o la barbarie!”

 

1978 - 1979 : Confronto con Bruno Salvadori, deputato di origine toscana dell’Union Valdotaine. A seguito di una lunga discussione storica e culturale, si giunse al comune accordo di stabilire la costituzione di 9 Stati componenti la “regione geografica italiana”, che diventavano 11 con la Repubblica di San Marino e lo Stato Vaticano. Curiosità: il più piccolo Stato era la Romagna, il Veneto si estendeva all’Istria e alla Dalmazia, il Sud Tirolo tornava all’Austria o ad un eventuale Stato Tirolese. Fu concordato anche su come organizzare il “cartello” elettorale degli “Autonomisti indipendentisti”, si pensò di costituire una “Lega”….

 

1985 : Il Movimento Solidale, che aveva il compito di proclamare il Decalogo di Barbiana, si presenta alla competizione elettorale del Comune di Firenze, ponendo al secondo punto del programma l’Autonomia della Toscana.

 

1989 : Perché nasce il MAT ? Il cinismo comunista pro invasione extracomunitaria, manifestato nel corso del Festival Nazionale de L’Unità” di Campi Bisenzio (Fi) del 1988: (“Compagni, non vi preoccupate per la crisi dell’Est... Dal prossimo anno faremo arrivare in massa gli extracomunitari, ci serviranno per rilanciare la lotta di classe, disarticolare l’Occidente e la Chiesa Cattolica”) e il concreto inizio dell’invasione cinese di San Donnino, frazione di Campi Bisenzio e di quella magrebina e senegalese a Firenze, determinano la necessità di tutelare l’etnia toscana e di difendere i diritti dei nostri ultimi.

 

1990 : Il MAT proclama la bandiera nazionale toscana e l’inno nazionale toscano. Il 16 ottobre “La Repubblica” pubblica, con notevole risalto, la suddivisione della regione geografica italiana come concordato con Bruno Salvadori nel 1978-1979.

 

1992 : Il MAT, anche in memoria di Bruno Salvadori, aggiunge la definizione di Lega Autonomista Toscana.

 

1994 : Essendo ancora possibile la presentazione di liste regionali alle elezioni politiche, il MAT-Lega Autonomista Toscana, prende, nei collegi del Senato della Toscana, 30.584 voti pari all’1,4%.

 

1997 : A Grosseto il Segretario Roberto Ghini ottiene 3.281 voti pari al 7,14%.

 

Le battaglie e la relativa documentazione degli anni 2000 verranno descritte sulla prossima pubblicazione “Ci vogliono ventimila Sammarini”, di oltre 250 pagine, la cui uscita è prevista per il settembre del corrente anno. A questo punto possiamo concludere dando un gratuito consiglio al cialtroncello, che chiunque lo conosca bene precipitosamente se lo allontana, si rimetta in coda con i ruffiani di Berlusconi, chissà che non faccia carriera e si ritrovi consigliere comunale, che so io, nell’Isola di Capraia….

 

                                                                                                                               

Alessandro Mazzerelli

 

Firenze, 29 aprile 2014

 

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

La tempistica quantomai sospetta degli arresti "indipendentisti"...

 

Da quanto abbiamo appreso in riferimento all’operazione che ha portato all’arresto di varie persone nell’ambito dell’indipendentismo veneto, riteniamo innanzitutto francamente sproporzionata la correlazione tra i reati contestati e i fatti che al momento paiono accertati: il tutto sembra configurare più che altro un processo alle intenzioni se non dei veri e propri reati d’opinione.

 

Ma ciò che solleva più di un sospetto è la tempistica dell’operazione: essa è avvenuta esattamente pochi giorni dopo lo straordinario successo del referendum digitale veneto e il successivo pronunciamento della Commissione del consiglio regionale che ha votato per l’indizione del referendum consultivo sull’indipendenza, nonché a pochi mesi dai pronunciamenti popolari in cui Scozzesi e Catalani potranno votare per la propria Libertà e Sovranità; per non parlare degli ulteriori segnali di risveglio dell’Europa delle Patrie contro l’Europa delle banche e delle oligarchie finanziarie come la marcia di Bruxelles del 30 marzo, in cui decine di migliaia di persone hanno manifestato a gran voce il diritto all’autodeterminazione contro il giogo centralista, imperialista e mondialista.

 

Il MAT – Movimento Autonomista Toscano, che da 25 anni difende orgogliosamente l’idea localista di una Toscana Libera e Sovrana, è a fianco di tutti i Patrioti che difendono, ovunque, la Libertà e Sovranità dei Popoli: i20.000 Sanmarini, dove il mondo cambierebbe radicalmente in meglio, sarebbero protette le culture e le identità, la pace, perché le guerre diverrebbero guerricciole (Don Milani ad Alessandro Mazzerelli, Barbiana, 31 luglio 1966) si fanno ogni giorno più attuali e, lentamente ma inesorabilmente, sembrano non essere più soltanto un sogno.

 

3 aprile 2014

Movimento Autonomista Toscano

 

 

Saggezza Popolare

 

banner234x60

 

 

Contatore per sito

(C) 1989-2016 By Movimento Autonomista Toscano C.F. 94027580482 C.P. 1208 - 50100 Firenze

E-mail: info[@]mat-toscanalibera.org

Questo sito utilizza i cookies, proseguendo con la lettura accettate i termini della normativa sulla politica dei cookies.

web design by Lomark.NET