Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

Comunicato sul grave episodio di malasanità dell’Ospedale Fiorentino di Careggi

 

Il MAT – Movimento Autonomista Toscano, dopo il gravissimo caso di malasanità avvenuto presso l’Ospedale Fiorentino di Careggi, costato la vita ad una persona di 60 anni, uccisa da una trasfusione di sangue destinata ad un altro paziente, esprime il suo più fermo sdegno per la indecente copertura omertosa di quanto accaduto (la suddetta trasfusione è stata effettuata il 9 luglio!), nonché per il tentativo di sminuirne la portata da parte della Direzione Generale dell’Ospedale, che nega contro ogni evidenza e buon senso il nesso di causalità tra i fatti.
Chiediamo altresì immediati provvedimenti, in particolare la rimozione del direttore del dipartimento cardiologico in cui è avvenuto il fatto, nonché preside della facoltà di Medicina e Chirurgia, Gianfranco Gensini, recentemente già indagato per abuso d’ufficio e falso per favori a medici amici e coinvolto negli anni scorsi in vicende di tangenti negli appalti e concorsi truccati.
Riteniamo che un personaggio così compromesso sul piano della moralità, finora evidentemente protetto dalla politica, sotto la cui guida avvengono gravi episodi come questo, non possa assolutamente continuare ad essere alla testa di un dipartimento medico di tale rilevanza nonché di un ateneo universitario così prestigioso.


Firenze, 26 luglio 2012

 

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

LA DISCRIMINAZIONE POLITICA PROMOSSA DAL COMUNE DI SCANDICCI

 

Il MAT – Movimento Autonomista Toscano, nel dovuto rispetto delle differenze programmatiche e di storia politica, esprime la propria solidarietà e vicinanza al MFL - Movimento Fascismo e Libertà, vittima di una allucinante episodio di discriminazione politica da parte del comune di Scandicci.
Il suddetto Comune ha infatti impedito l’affissione di manifesti di propaganda, nonostante regolare richiesta all’ufficio affissioni, adducendo fantomatici motivi di incostituzionalità, negando in sostanza il diritto di esistere della formazione politica stessa, che peraltro è legalmente e pienamente riconosciuta da molti anni.
E’ l’ennesima occasione in cui i rappresentanti di governo della Toscana dimostrano sia di far parte di un vero e proprio regime di stampo sovietico, sia di utilizzare, per motivi politici, le leggi a proprio piacimento, disapplicando in questo caso le norme sulle affissioni pubblicitarie del comune stesso e addirittura l’art. 21 della Costituzione che garantisce la piena libertà di manifestazione del pensiero!
E’ l’ennesima conferma che chi detiene il potere di questa disgraziata terra Toscana colpisce costantemente chi non si allinea e non si adegua al pensiero dominante e, contemporaneamente, per i ben noti interessi che denunciamo da più di 20 anni, incoraggia e promuove l’illegalità, che soprattutto quando viene dagli extracomunitari (crimini a raffica, vendita di merce abusiva, occupazioni di alloggi senza titolo etc.), non può naturalmente essere contestata pena essere tacciati di discriminazione!

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

Punta di spillo numero nove.

 

A PROPOSITO DI DISOCCUPAZIONE, POVERTA’ E SICUREZZA.

 

 

Come mai in Toscana c’è l’incremento della disoccupazione, della sottooccupazione, del nero, dell’incertezza perenne – oggi lavoro, domani chissà ?  Che siano tutti ragazzi  “mammoni” e ragazze “babbone” che vivono per  divertimento sulle spalle dei genitori e dei nonni ?  E i cinque e più milioni di stranieri che sono in Italia che ci fanno ?  Per i CAF1 sindacali che hanno fatto carte false per farli venire e restare, “svolgono tutti i lavori che gli italiani non vogliono più fare”. E quali sono questi lavori ? Ci sono anche quelli dei privilegiatissimi  vu cumprà” senegalesi ? ( A proposito avete visto mai nessuno di loro che paga il biglietto del treno ? E se, per caso, li multano e non pagano, che fanno le arpie di “equitalia” ? ) C’è anche il “lavoro” delle prostitute nigeriane ? Dei viados brasiliani ?  Dei delinquenti albanesi e magrebini ?  Quei “lavori” sono stati richiesti dalle nostre Ambasciate?  Sono arrivati provvisti di visto ?  La verità è che sono praticamente tutti clandestini , buona parte dei quali entrati nell’era di Roberto Maroni,  Ministro del centralinista e “fascista” Ministero degli Interni,  con il certissimo avvallo di Umberto Bossi.  Quest’ultimo, come è noto, ha arricchito lui e i pargoli con i finanziamenti elettorali estorti agli  “imbecilli”, che votandoli  pensavano di fermare l’invasione…

 

   La conclusione è che i CAF, il  “volontariato” e i  “bossisti” si sono arricchiti, mentre i politicanti “democratici”  hanno stabilizzato le loro tentennanti poltrone. I padroni hanno meno problemi, pagano meno il lavoro e possono licenziare quando vogliono. Forse, gli extracomunitari pagano le pensioni ?  Falsissimo, sentite Gilberto Oneto, che la cosa l’ha studiata bene.  Sono una “ricchezza” ?  Si sono una “ricchezza”  di capitali che va via da casa nostra…

 

  Per quanto riguarda la “sicurezza” solo due righe.  Luglio 2012, due giorni fa, a Brozzi , periferia di Firenze, una banda di criminali albanesi , picchiano a bastonate i fiorentini isolati e se ne vantano ! Noi che finiva così lo diciamo dal 1989 !  Mentre i  dementi di Toscana hanno continuato a votare contro il “fascismo”  e per chiunque, fuor che per se stessi, bravi bischeri !

 

   Si dirà che si osservano le leggi d’Italia e di questa schifosissima Europa. E’ vero, infatti le vittime di quelle “leggi” sono i nostri senza casa, i nostri ammalati, i nostri anziani, i nostri poveri, i nostri ultimi.  Una volta si diceva che sono le leggi del “menga”.  Ora non si dice neppur quello, lo si prende e basta…

 

 

 

   Firenze, 11 luglio 2012                                                  Alessandro Mazzerelli

 

 

 

  Postilla per i dementi di Toscana, che hanno irriso al MAT:  Ieri 10 luglio mi trovavo agli Uffizi ,  ho visto una banda di magrebini  impossessarsi di decine di metri di suolo pubblico per la vendita di schifosissimi poster. A cento metri c’era un auto dei Vigili Urbani,  a duecento dei Carabinieri, mentre una della Guardia di Finanza era ferma davanti ad una gelateria… Alle 19,55 è passato il vivandiere, un tizio, anch’egli magrebino, che aveva sulla bicicletta una grande cesta , faceva il giro dei suoi connazionali per rifornirli di una pizza e un bicchiere di spuma o aranciata…Quindi, totale potere sul territorio… il nostro ! Domanda: quanto ancora dovrete dormire, dementi di Toscana?

 



1 CAF : Centri di assistenza sindacale, finanziatissimi dallo Stato, fanno la parte del leone i sindacalisti del nuovo PCI.

 

Saggezza Popolare

 

banner234x60

 

 

Contatore per sito

(C) 1989-2017 By Movimento Autonomista Toscano C.F. 94027580482 C.P. 1208 - 50100 Firenze

E-mail: info[@]mat-toscanalibera.org

Questo sito utilizza i cookies, proseguendo con la lettura accettate i termini della normativa sulla politica dei cookies.

web design by Lomark.NET