Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

UN GRANDE EVENTO NELLA GLORIOSA REPUBBLICA DI SAN MARINO:  

 

VENERDI’ 25 MAGGIO 2012

 

(Teatro Titano – San Marino Città, inizio ore 9)

 

  

“Gli imperialismi ? Ci vorrebbero ventimila sammarini per eliminarli. Il mondo cambierebbe radicalmente in meglio, sarebbero protette  le culture e le identità. Sostanzialmente sarebbe protetta anche la pace, perché le guerre diverrebbero guerricciole.”   (Don Lorenzo Milani,  Profeta in Barbiana,  31 luglio 1966)

 

 

 

 “Ma questo don Milani era un Profeta !  Ha ragione ! Ha ragione! Ci vogliono ventimila sammarini o sarà la barbarie”  (Mons. Luigi Giussani , Pozzo della Chiana (Arezzo) 2 giugno 1976)

 

 

 

Dopo il Convegno nella Sala del Gonfalone  della Regione Toscana dello scorso anno, la giornata sammarinese è un altro caposaldo essenziale per la testimonianza  e proclamazione delle Profezie milaniane.  A Firenze fu affermato : “ Che dal 31 luglio 1966  - giorno in cui fu formulato il  “Decalogo di Barbiana” -  indietro non si torna.”  Fa francamente sorridere il “successo” di  cinque stelle”.  C’è davvero chi vuol cambiare il modo di far politica ? Applichi  il Decalogo di Barbiana e le “stelle” diverranno cento !

 

  A San Marino  affronteremo un’ altra questione epocale del nostro tempo. Quella della necessità e urgenza  del sorgere dei  “ventimila sammarini”, il che significa che tutti i popoli della terra  hanno diritto alla Libertà e alla Autonomia.  Ma per  “libertà”  il Profeta non intendeva l’imposizione della  “libertà” Occidentale”.  Ognuno si governi come gli pare.  “Se i pigmei vogliono stare nudi sugli alberi – disse il Profeta -  ci devono stare e nessuno si deve permettere di impedirglielo.”  Il nemico è l’imperialismo , quello che ha fatto scorrere fiumi di sangue, anche recentemente, a Timor Est, nel Sudan, in Libia, eccetera… Casi come quelli non sono più tollerabili !  Solo se gli imperialismi si frantumeranno può sorgere un mondo più giusto.  Purtroppo il Profeta non si faceva facili speranze :  “…non farti illusioni, prima che le masse si accorgano che abbiamo ragione scorrerà molto sangue e sia la degenerazione morale che quella politica arriveranno a livelli di incredibile bassezza.”  Ma la scelta, lo ripetiamo, è ormai impellente.  Le multinazionali,  che comprano per due soldi enormi territori d’Africa su cui impiantare  piantagioni  “industriali” -  scacciando i nativi, a cui viene tolta oltre alla sussistenza anche la libertà e la dignità – promuovendo poi, peraltro, il male epocale delle migrazioni di massa, vanno assolutamente fermate.  E per farlo occorrono sovranità locali che gli sbarrino il passo, al di là degli attuali governanti che si dimostrano incapaci di farlo.  Infine, si rifletta, senza i  “ventimila sammarini”  come si rende applicabile il Decalogo di Barbiana  e la  conseguente “sussidiarietà”  a cui tanto teneva Mons. Luigi Giussani ? .

 

 

 

Intervengono:  Ore 9.  Indirizzi di saluto:

 

On. Avv. Antonella Mularoni  Segretario di Stato per gli Affari Esteri 

 

e Politici della Repubblica di San Marino

 

Giovanni Banchi , Presidente del Centro di Formazione e Ricerca don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana.

 

 

 

Carlo Zanieri, Sindaco del Comune di Barberino di Mugello (Firenze)

 

 

 

Ore 9,30  Interventi e relazioni

 

 

Alessandro Mazzerelli, testimone e Amico del Profeta di Barbiana.

 

Manrico Casini Velca , Segretario Generale  del centro Formazione e  Ricerca  don LorenzoMilani e Scuola di Barbiana.

Franco Banchi, già Segretario Questore  del Consiglio Regionale Toscano , Firenze.

 

Mario Bernardi Guardi , Giornalista e Saggista.

 

 

 

Ore 12,30 Sospensione lavori.

 

 

 

Ore 15,15

 

Relazione introduttiva de S. E.  Mons. Luigi Negri, Vescovo della  Diocesi  di San Marino e Montefeltro.

 

 

 

 

Interventi e relazioni:

 

 

 

 Giuseppe Rotunno , Presidente del Comitato Nazionale di Collegamento dei Cattolici.

 

 On. Riccardo Migliori, Parlamentare italiano. Capo della Delegazione Italiana presso l’OSCE.

 

 Adolfo Morganti , Presidente di Paneuropa San Marino.

 

 

 

  Conclusioni: Alessandro Mazzerelli

 

 

 

E’ anche previsto l’intervento del Ministro degli Affari Culturali della Repubblica di San Marino

 

 

Grazie per l’attenzione e arrivederci a San Marino! 

 

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

PUNTA DI SPILLO N° 8 :  

 

FRA TRADITORI E FARABUTTI… NON C’E’ CHE DIRE…  SIAMO MESSI MOLTO MALE…

 

 

MA C’E’ UNA CERTEZZA!

 

E’ dal 1980 che conosco chi è Bossi, già allora aveva tradito Bruno Salvadori, morto in quell’anno in un incidente stradale.  E cosa ci si poteva aspettare da un personaggio come lui?  Prima o poi sarebbe finito, come è finito ora - ne sono sempre stato certo - con un pesantissimo avviso di garanzia, un “cerchio” di stronzi e una famiglia di farabutti…

 

  E’ dal 1989 che il Movimento Autonomista Toscano parla chiaro, si lèggano i documenti del nostro sito e tutte le nostre pubblicazioni !  Ma anche se il glorioso M.A.T.  si fonda sulla Profezia dei  “ventimila sammarini”, cioè sulla “pietra d’angolo”  del più grande Profeta cattolico del secolo scorso e del conseguente ed impareggiabile Decalogo di Barbiana, il ragionamento dei “traditori di Toscana”  che militano attualmente, spiace dirlo,  in gran parte in malafede, nella Lega Nord “Toscana”,  è molto chiaro. “ Ma che… ma chi… il Movimento di quel bischero del Mazzerelli ? Anche se ha ragione che si prende ? Dove sono le poltrone, le seggiole o almeno gli sgabelli ?”  Ora che la Lega Nord si è dimostrata ai suoi vertici un’autentica porcheria e che, per chi vi rimane, possiamo tranquillamente affermare che  da “traditori della Toscana” stanno diventando i “farabutti della Toscana”, intorno al “nuovo” che avanza nel Nord,  molto preoccupati, ci domandiamo: Ma Maroni , il Ministro del centralista e fascista Ministero dell’Interno cosa ha controllato finora  ?  Non doveva, se onesto e corretto, come dice di essere, fare, da molto tempo, il  “ministro degli interni”  in casa sua ?  Che dire… menomale che ci sono i “bischeri” del MAT che, con la loro coerenza, spirito di servizio e vera abnegazione non sono soltanto i veri Patrioti toscani, ma esemplari Autonomisti e come tali difensori dei diritti di tutti i popoli. Sappiamo che gli intellettuali onesti e i veri Autonomisti, almeno a parole…sono già con noi. E “se son rose fioriranno”…  Ma una certezza è incrollabile, quando tutto l’imbroglio del falso “autonomismo” sarà soltanto polvere, rimarranno eterne la parole di Mons. Luigi Giussani : “Questo don Lorenzo Milani  era davvero un Profeta !  Ha ragione!  Ha ragione!  O ventimila sammarini o la barbarie!

 

 

Firenze, 18 maggio 2012.                                                Alessandro Mazzerelli

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

PUNTA DI SPILLO: IMBROGLIONI E FARABUTTI

 

Se uno ci ragiona un po’ sopra c’è da impazzire. Si scrive e si afferma che ci sono milioni di disoccupati.  Il professor  Franco Cardini il 7 maggio u.s. ,  in un suo bellissimo intervento alla Villa del Poggio Imperiale in Firenze, di fronte a centinaia di studenti della buona borghesia fiorentina, ha detto chiaro e tondo - agli allibiti ragazzini e ragazzine “bene” -  che molto presto si ritroveranno  “vecchi”, per le enormi difficoltà con le quali si dovranno confrontare.  Confrontare con chi ?  Che si debbano forse confrontare con i milioni di extracomunitari  entrati clandestini e poi vigliaccamente sanati sulle spalle dei nostri ultimi e poi anche, nel prossimo futuro,  sulle spalle dei nostri “signorini” e “signorine”  ?  Perché non si procede alla revisione dei permessi di soggiorno rilasciati con le carte false dei Caff  pagati dallo Stato ?  Perché, ad esempio, gran parte dei senegalesi  vivono sulle nostre spalle, aggredendo gli anziani  a cui impongono le loro porcherie ?  Perché non vengono “aiutati” a casa loro ?   Ma imbroglioni e farabutti a ben pensare non sono loro… La gente votava Lega Nord pensando di essere tutelata  dall’invasione  e invece… sapete cosa è scritto sul programma ufficiale di Lucca della Lega Nord ?  E’ scritto chiaro e tondo : “Concettualmente la Lega Nord non è contraria agli extracomunitari”.  Cosa intendono dire questi imbroglioni, che ormai, notoriamente, sono anche farabutti e ladri ?

 

Firenze, 10 maggio 2012                                                           Alessandro Mazzerelli

 

P.S.:  Mi riferisco ai senegalesi perché a dire dei “bischeri” sono i “poverini”.  Poverini un cavolo !  E’ cosa sicura che con il posto di blocco all’uscita dei bar fiorentini  e con la “vigilanza” clandestina al Parcheggio dell’Ospedale di Careggi guadagnano, almeno,  oltre 50,00 euro al giorno esentasse e con l’aiuto della “caritas”non pagano l’affitto… mentre i nostri ultimi raccattano la frutta marcia alla fine dei mercati…. Sveglia idioti !!!

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

(Comunicato Ufficiale del MAT- Lega  Autonomista Toscana n °189)

 

DIFENDERE LUCCA ! 

 

NON FARSI DEL MALE DA SOLI…

 

 

Preso atto del risultato elettorale alle Elezioni Comunali di Lucca , che vedono la divisione del centro-destra favorire l’immeritata ascesa del comunista Tambellini;

 

 

 

Considerato il gravissimo rischio che corre la Città di Lucca  nel cedere la Città in mano  al cinismo comunista :  “ Compagni, non vi preoccupate della crisi dell’Est… Dal prossimo anno faremo arrivare in massa gli extracomunitari, ci serviranno per rilanciare la lotta di classe , disarticolando l’Occidente e la Chiesa Cattolica.”  (1988 – Festival Nazionale de “L’Unità” di Campi Bisenzio )

 

 

 

Visto lo stato di allucinante degrado  in cui versano le Città di Pisa, di Livorno, di Prato, di Pistoia e del centro storico di Firenze (Mercato di San Lorenzo) e delle sue immediate periferie: Novoli,  LePiagge ecc.

 

 

 

Considerato che tale degrado ha raggiunto anche la periferia di Lucca, come abbiamo constatato  “visitando”, casa per casa, alcune zone di  Sant’Anna;

 

 

 

Ravvisato che, per puro spirito di servizio, occorre difendere l’identità cattolica di Lucca, che costituisce la sua peculiare diversità nei confronti di una Toscana in mano al veteromarxismo;

 

 

 

Ritenuto che la personalità  politica di PIETRO FAZZI  è da noi considerata idonea alla difesa dei secolari valori  dell’identità lucchese;

 

 

 

 

 

Per quanto sopra:

 

 

 

Invitiamo gli  “alleati” e tutti coloro che vogliono bene a Lucca  a non danneggiare l’ultima Città a misura d’uomo della Toscana, votando e facendo votare PIETRO FAZZI.

 

 

 

 

 

 

 

Lucca, 15 maggio 2012                                                       

 

 

 

Alessandro Mazzerelli

                                                                               Presidente e legale rappresentante del MAT

 

Repubblica Toscana – Già Granducato di Toscana

 

 

MESSAGGIO ELETTORALE 

 

 

 

Noi vogliamo un’amministrazione esercitata a tutti i livelli come Servizio, secondo le regole del DECALOGO SOLIDALE DI BARBIANA, redatto dal nostro fondatore Alessandro Mazzerelli insieme con Don Milani, che sfidiamo chiunque, soprattutto i falsi moralizzatori come il movimento 5 stelle, a sottoscrivere.

 

Noi esigiamo:

 

-          l’immediata revisione dei permessi di soggiorno e l’immediata attuazione di politiche che portino al blocco totale dell’invasione extracomunitaria in atto;

 

-          concrete azioni di tutela dei nostri Ultimi, delle nostre giovani coppie, dei nostri bambini, dei nostri ammalati, dei nostri disoccupati, dei nostri disabili, dei nostri anziani;

 

-          la precedenza dei residenti per alloggi, posti di lavoro, posti negli asili, prestazioni sanitarie;

 

-          massimo sostegno e protezione al nostro artigianato, alla nostra agricoltura, alla nostra piccola e media impresa.

 

 

 

Noi sosteniamo chi vuole proteggere Lucca dall’insediarsi di amministratori incapaci e corrotti che gettino la città nel degrado proprio di Firenze o Pisa.

 

 

 

SOSTIENI CHI E’ AL SERVIZIO DELLA TUA TERRA E DELLA TUA GENTE!

AIUTACI A DIFENDERTI!

 

Saggezza Popolare

 

banner234x60

 

 

Contatore per sito

(C) 1989-2016 By Movimento Autonomista Toscano C.F. 94027580482 C.P. 1208 - 50100 Firenze

E-mail: info[@]mat-toscanalibera.org

Questo sito utilizza i cookies, proseguendo con la lettura accettate i termini della normativa sulla politica dei cookies.

web design by Lomark.NET