Repubblica Toscana  -  Già Granducato di Toscana 

LEGA NORD : UN IMBROGLIO GIUNTO ALLA FRUTTA ?

(Comunicato Ufficiale del MAT – LEGA AUTONOMISTA TOSCANA N° 183)

 

   Le liti fra il grottesco “Cerchio magico”,  e già il nome identifica e ridicolizza il suo “agire” e i “maroniani”,  segna , finalmente, l’eclissi di una frode politica che sta insieme soltanto per “romanissimi” privilegi di denaro e di potere.  L’Autonomismo e il Federalismo per  Bossi e i suoi accolti, sono state parole al vento, declamate per i bischeri e gli esaltati che dalla Val  Camonica  scendono in Padania, corna in testa e pitture in faccia, insieme ad un “abbigliamento” idoneo e “necessario” per partecipare all’ormai patetiche esibizioni di un “bossismo” che fu…

  Sì, la truffa e l’imbroglio sono le occulte radici della Lega Nord, che finalmente vengono alla luce fra inevitabili contraddizioni ed insanabili spaccature.

  Il nostro Profeta , don Lorenzo Milani, il 31 luglio di 45 anni fa , ha proposito del Federalismo, mi disse:

     “Gli imperialismi ? Ci vorrebbero ventimila sammarini per eliminarli. Il mondo cambierebbe radicalmente in meglio, sarebbero protette le culture e le identità. Sostanzialmente sarebbe protetta anche la pace, perché le guerre diverrebbero guerricciole.”

 

  Nel 1978, camminando, senza saperlo, sulle orme del Profeta di Dio, Bruno Salvadori,  maremmano immigrato in Val d’Aosta, seguendo quell’Union Valdotaine che fu fondata da un Abate,  propose di rendere giustizia ai popoli della regione geografica italiana  “uniti”, come dovrebbe  ormai esser noto, con la forza delle armi  e della congiura, dalle Legge massoniche e dagli interessi imperiali dell’Inghilterra e della  Francia. 1  In sostanza si trattava  di rifar vivere  gli Stati oppressi , il più possibile negli stessi confini e in rappresentanza degli stessi popoli, essendo le “regioni” , in buona parte, inventate sulla carta.  Bossi, il grande “traditore” di Salvadori, intuisce “l’affare” e fregandosene dei popoli si organizza per eliminare la “concorrenza”.  Infatti, per lui, sia l’autonomismo piemontese, che quello veneto, sono stati sempre e comunque questioni  di concorrenza al suo potere lombardocentrico. L’invenzione della Padania, fatta estendere, senza  nessuna ragione né storica, né geografica, né etnica, alla Toscana, alle Marche e persino all’Umbria, ha per lui  un triplice scopo.

 

   Il primo è quello di liquidare la concorrenza dell’autonomismo Veneto e di quello Piemontese, senza considerare quello Friulano e Triestino a Oriente e  quello Valdostano e Occitano a Occidente,  tutti inclusi e oppressi nell’inventata Padania.

 

  Il secondo è quello di controllare l’intero territorio della “locomotiva economica” italiota, illudendola con la balla del “federalismo fiscale”, che rischia, senza la sovranità reale sul territorio, di essere del tutto inutile, finendo con il far odiare tutto il federalismo. Lo slogan è che le tasse pagate in Padania, rimarranno in Padania, ma la vera speranza degli imprenditori che sostengono la Lega Nord è quella della tolleranza, più o meno occulta, all’evasione fiscale, vero motore del Nord-Est…

 

  Il terzo è stato quello di imbrogliare le carte su questioni di grande sensibilità popolare ,  quali sono quelle dell’immigrazione dal Sud prima e dell’invasione extracomunitaria poi, che i bossisti hanno sempre definitivo del tutto impropriamente “immigrazione”.  Il Bossi, malgrado gli sbarchi a Lampedusa e l’arrivo dell’orda albanese ha – per anni -  dal 1984 al 1994, continuato a far la “guerra”  ai “terroni” che occupavano “le case e i posti di lavoro dei Padani.”  Il fatto è sostanzialmente vero, ma il Bossi, il Maroni e tutti i suoi accoliti,  si dimenticano che fu l’esercito “padano” a impossessarsi del Sud , assassinando i suoi Patrioti , definiti “briganti”, incendiando paesi e villaggi - i “marzabotti”  del Sud si chiamano Bronte, Civitella del Tronto, Gaeta…-  svaligiando le sue Banche, distruggendo e rapinando tutte le sue strutture economiche e industriali, al fine di avere soldati e servi per le guerre imperialiste e braccia per abbassare il costo del lavoro.2 Sotto quest’ultimo aspetto Bossi è, a mano a mano, giunto, in perfetta sintonia, a pensare ed agire come  la  sua “padana” Marcegaglia, presidente della Confindustria.   Gli extracomunitari ? Ben vengano… con la scusa, in gran parte falsa e ridicola: “che fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare”. 3  E sempre a proposito di invasione extracomunitaria, come si fa a negare che è proprio grazie ai “condizionamenti” politici di Bossi che si sono verificate  le più imponenti sanatorie, imbrogliando i popoli con sparate e atti demagogici, totalmente inconcludenti, ininfluenti e falsi ?  Ma l’imbroglio più clamoroso è  certamente quello della “secessione padana” , demenziale sfogatolo per gli “strabischeri”  che gli credono, sì, proprio “strabischeri” !  Ma come si fa a credere alla “secessione padana”  con un Ministro storicamente ipercentralista come Maroni  ( Ministro degli Interni)  e con tutti gli agognati privilegi “romani”  nel portafoglio della Lega Nord  e dei suoi accoliti ?

 

  I fatti sono fatti e alla fine anche gli “strabischeri”  si svegliano. Ad Arezzo – ad esempio – la Lega Nord era giunta al 10% , oggi, all’elezione successiva, è scesa al 3,50 % . Domanda: E i voti chi li ha presi ?  Semplice li ha presi Beppe Grillo, sponda opposta alla Lega Nord in pagliacciate e imbrogli. Stesse chiacchere al vento, ma ormai più “giovanili”, più “divertenti” e quindi più seducenti… Ha ragione il Profeta, siamo ai margini di un abisso di cui non si vede la fine, qui in Toscana, in Europa, nel mondo.4

 

 

                                                                                   Alessandro Mazzerelli

Firenze, 13 luglio 2011



 



1  Se facciamo attenzione sono gli stessi interessi  che vedono l’Inghilterra, la Francia e gli Usa in guerra di aggressione alla Libia di quel matto di Gheddafi,  promossa con l’evidente scopo di  controllarne e sfruttarne le ricchezze.

2  Per rendersi conto, in maniera davvero scientifica, di come è avvenuta l’invasione, l’oppressione e la rapina del Sud, si legga  Mala Unità”- 1861 – 2011 Centocinquant’anni portati male.  Editore “Spazio Creativo” Napoli -  Febbraio 2011.

3  A Marradi (Firenze), paese invaso da albanesi  nullafacenti, i bar sopravvivono grazie a loro, che giocano e bevono dalla mattina alla sera. Ora, avendo pagato affitto e spesa da chi paga le tasse…  si pone questa questionuccia:  Sarebbero loro che consentono il pagamento delle pensioni ?  O sono loro, ventenni -  trentenni stranieri, che li bloccano agli ottantenni toscani ?  Riflettete bischeri !

4 Cfr. “Parole Eterne del mio Amico don Lorenzo Milani, Profeta in Barbiana” – Edizioni “IL Cerchio”, Rimini 2010.

 

Saggezza Popolare

 

banner234x60

 

 

Contatore per sito

(C) 1989-2016 By Movimento Autonomista Toscano C.F. 94027580482 C.P. 1208 - 50100 Firenze

E-mail: info[@]mat-toscanalibera.org

Questo sito utilizza i cookies, proseguendo con la lettura accettate i termini della normativa sulla politica dei cookies.

web design by Lomark.NET